201706.21
0
0

Perché il trading online non è una truffa?

Molto spesso chi si avvicina per la prima volta al meraviglioso mondo del trading online pensa che sia una vera e propria truffa. La realtà non è questa. In effetti diciamolo subito: di truffe ce ne sono, anche piuttosto cattive. E ci sono broker che pur essendo apparentemente legali applicano politiche che sono a tutti gli effetti truffaldine. Ma non possiamo sicuramente dire che il trading online sia una truffa in sè e per sè.

E anche il fatto che il trading presenti dei rischi (di cui abbiamo parlato abbondamentemente in questo articolo) non rende automaticamente il trading una truffa.

Broker che truffano

Il caso piùà eclatante di truffe è rappresentato da sistemi come Profit Maximizer o Dubai Lifestyle App. Si tratta di truffe ben costruite che promettono guadagni facili ma che in realtà bruciano rapidamente il denaro del cliente (o del pollo, come sarebbe molto più opportuno dire). Ma anche i broker che applicano commissioni sull’eseguito non sono da meno: le commissioni sull’eseguito di fatto bruciano rapidamente gli eventuali guadagni di trading. E anche se il trading è in perdita, per assurdo, bisogna pagarle. In pratica operare con un broker che applica commissioni sull’eseguito è un vero e proprio suicidio finanziario.

Questo, ripetiamo, non ci deve far pensare assolutamente che tutto il trading online sia una truffa. Basta rendersene conto: scegliere solo broker autorizzati e regolamentati, broker che non promettono facili guadagni ma anzi avvisano chiaramente del fatto che il trading online è rischioso. Soprattutto, basta scegliere esclusivamente broker che non applicano commissioni.

Perdere soldi con il trading online

Quello che è più importante dire è che con il trading online si possono anche perdere soldi. Non è detto quando si perdono soldi si sta subendo una truffa. Anche i migliori trader perdono soldi.

C’è però una differenza abissale tra i migliori trader, quelli che guadagnano soldi, e i mediocri, quelli che perdono. Ad entrambe queste categorie di persone può capitare un’operazione che va male. Il trader bravo, però, non penserà di avere perso soldi: penserà semplicemente di aver comprato, con i soldi persi, una nuova conoscenza. I trader bravi imparano dagli errori che commettono e quindi riescono a fare tesoro delle perdite.

Il trader mediocre non perde tempo ad apprendere dai suoi errori: sicuramente è tutta colpa del fatto che il trading online è una truffa legalizzata oppure è colpa del broker che non ha funzionato bene e/o lo ha truffato. E ovviamente non è un sentimento che tengono dentro di loro. No. Questi trader della domenica hanno l’assoluta necesità di far sapere al mondo intero la loro disavventura. Se non scrivono su almeno 12 forum finanziari diversi che il trading (e/o il broker) è una truffa, sicuramente non riescono a dormire tranquilli.

Il trading online non è una truffa anche se può far perdere soldi, allo stesso modo in cui li può far guadagnare. Tutta la differenza sta nella testa e nel cuore del trader, non nella conoscenza di elaborate strategie, tecniche o metodi di trading.

Se vuoi, puoi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *